In uno scenario economico di forte incertezza come quello attuale, anche l’arredamento di una casa o l’acquisto di un oggetto
destinato a durare possono essere forme di risparmio o investimenti per il futuro.

Sotto questo profilo, antichità e design sono le due facce della stessa medaglia: solo il miglior design di ieri è l’antiquariato di oggi;
solo il miglior design di oggi sarà l’antiquariato di domani.

L’acquisto e il restauro di importanti lotti di mobili e arredi dei secoli passati, così come il recupero e il riutilizzo di materiali d’epoca
che altrimenti, spesso, andrebbero perduti, consentono da un lato di proporre ai clienti opere d’arte o manufatti di alto artigianato
di grande valore a prezzi molto convenienti, dall’altro di preservare e alimentare un patrimonio di esperienze e capacità artigianali
che l’esasperato consumismo dell’usa e getta rischierebbe di far scomparire dai nostri territori.

L’avvio promettente del negozio pilota di Pavia ha posto le premesse per l’apertura di due nuovi punti di vendita D’acqua e di vento
a Milano, Venezia e a Lugano.